Sai comporre l’oggetto di una email in modo corretto?

sticks-stone-words

parole di pietra

“Le parole sono pietre” è un titolo di Carlo Levi, che raccontava di 3 giornate in Sicilia, ma cosa c’entra questo con l’email marketing?

Con questo breve articolo vogliamo solo ricordare che le parole sono importanti e, molto spesso fanno la differenza quando vogliamo che le nostre comunicazioni vadano a buon fine, nella vita così come nelle email commerciali. Noi di mailTOadv analizzando i dati statistici riportati dalla nostra piattaforma di invio campagne DEM per il turismo, ci siamo resi conto che spesso ottime campagne/prodotti non hanno ottenuti i risultati attesi perché l’oggetto che le presentava era stato compilato in modo errato.

Durante le operazioni di “tutoring” fornito ai nostri clienti, cerchiamo sempre di evidenziare l’importanza delle parole e della punteggiatura, la continua ripetizione della stessa offerta con le medesime caratteristiche allo stesso gruppo di destinatari senza modificare neppure l’oggetto, avrà come risultato sicuro solo un alto numero di richieste di rimozione dalle tue liste/DataBase.

Ricorda di:

  • Essere breve. Un oggetto che immediatamente mi permette di capire se il contenuto della mail potrà interessarmi sarà sempre gradito, evitando così il rischio di essere tagliato/abbreviato dal provider della mail;
  • Prova ad usare una domanda nell’oggetto, potrebbe aumentare considerevolmente il numero delle aperture. Cercando di porre una questione di particolare interesse per il tuo interlocutore finale;
  • Cerca di essere facilmente comprensibile. L’oggetto chiaro che va dritto al punto è gradito e crea l’abitudine all’apertura;
  • Oggetto orientato all’azione. Attira l’attenzione dell’utente in modo semplice ed immediato e lo invita ad agire: “Prenota subito” “Acquista weekend”;

Per concludere, ecco un breve elenco delle parole che è bene non utilizzare nell’oggetto delle tue email:

  • Offertissima, Lastissima, Grandissima, e in genere tutti i superlativi assoluti
  • Espressioni come “Riservata Personale”, “Comunicazione Importante”
  • Scrivere tutto MAIUSCOLO
  • Non utilizzare keyword tipiche dello SPAM: Gratis, Preventivo Gratuito, Free
  • Utilizzare troppi punti esclamativi !!!!!!!!
  • Non S P A Z I A R E le parole
  • Fare abuso di simboli e creatività esagerata, potresti sentirti incompreso

Ti ricordo in ogni caso che la migliore strategia rimane sempre quella di testare, in quanto nessuna regola ci garantisce che scrivendo il nostro oggetto in modo perfetto otterremo il massimo delle aperture da parte della nostra utenza. Accontentare tutti è impossibile, ma seguire delle buone regole può aiutare nella maggior parte dei casi.

Se ancora non sei un nostro cliente, mettici subito alla prova e richiedi il tuo account per effettuare una spedizione Gratuita e senza impegno di acquisto.